Tuesday , October 20 2020
Home / News / Article in NENA (Italian) following the visit of former prime minister Massimo D'Alema

Article in NENA (Italian) following the visit of former prime minister Massimo D'Alema

February 4 (Febarraio) 2012

AIUTACI A SALVARE LA VITA DEI BAMBINI PALESTINESI

SCUOLA GOMME: SOSPESA NON REVOCATA DEMOLIZIONE

Una buona notizia ma solo a metà. Israele ha sospeso la distruzione della scuola per i bambini beduini costruita da “Vento di Terra”. L’ordine di demolizione però non è revocato. La scuola oggi è stata visitata da Massimo D’Alema. GUARDA IL VIDEO

Alhan al Ahram, 04 febbraio 2012, Nena News

Un piccolo spiraglio nella vicenda della Scuola di Gomme di Alhan al Ahmar, tra Gerusalemme e Gerico, costruita dalla ong italiana “Vento di Terra” per i bambini beduini che vivono in quella zona. L’Esercito israeliano ha sospeso l’ordine di demolizione della scuola e ha annunciato che entro due settimane provvederà a collegarla con la strada principale. La scuola infatti, dopo la costruzione della superstrada tra Gerusalemme e Gerico, era rimasta isolata, senza vie di accesso in auto. Ma le buone notizie si fermano qui perchè l’ordine di demolizione non è stato revocato e molti temono che, presto o tardi, verrà eseguito lasciando i bambini beduini (della tribù Jahalin) di Alhan al Ahmar senza scuola. Oggi questo singolare istituto scolastico è stato visitato da personalità straniere, come l’ex presidente del consiglio italiano Massimo D’Alema e i consoli generali d’Italia e Gran Bretagna.

La Scuola di Gomme è stata costruita riciclando pneumatici usati (idea brasiliana, sperimentata in New Mexico) riempiti di sabbia pressata fino a tramutarsi in mattoni di 80 cm di diametro. Degli ultimi sviluppi ci parla nel video che vi proponiamo Massimo Annibale Rossi, responsabile della ong “Vento di Terra”, che abbiamo incontrato oggi ad Alhan al Ahmar.

Check Also

We’re calling on the ICC to protect human rights

Activists, scholars and journalists call on the ICC to rule now to the matter of …

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

Skip to content